News Eventi Standard IDT (SDI) Dati e Servizi Software Documenti Community GIS & Lavoro
cheap cigarettes
Menu principale
Forum
Collabora!
News News
Eventi Eventi
Standard Standard
IDT (SDI) IDT (SDI)
Dati & Servizi Dati & Servizi
Software Software
Documenti Documenti
Community Community
GIS e Lavoro GIS e Lavoro
Tag Cloud
OSM fgi freegis freegis-italia gfoss google inspire ogc standard wms
Login





Password dimenticata?
Non hai ancora un account? Registrati
Syndication

feed image
feed image

ottimizzato per Firefox

Ultime notizie
I più letti
Sono in ... Forum arrow News arrow Progetti arrow GIS e open source per la valorizzazione del Parco Majella
GIS e open source per la valorizzazione del Parco Majella PDF Stampa E-mail
mercoledì 09 aprile 2008

GISST, il cui acronimo sta per "WebGIS for Sustainable Tourism", è un progetto del Parco Nazionale della Majella all'interno di una più ampia iniziativa europea di geomatica chiamata GRISI (Geomatics Regional Information Society Initiative - Progetto Interreg - www.grisi.org).
L'obiettivo principale è quello di fornire ai visitatori che intendono trascorrere le loro vacanze o una giornata immersi nella natura e nella cultura del Parco, un mezzo di consultazione delle informazioni turistiche nella veste efficace e moderna delle mappe online, in modo semplice, utilizzando solamente un browser per la navigazione in internet.

L'intero sistema è stato realizzato integrando in un geodatabase i dati geografici a contenuto turistico già in possesso dei partner di progetto.
GISST, il cui valore economico totale è di 114mila euro (utilizzati per acquisti hw/sw, consulenze, azioni di promozione, viaggi di studio e organizzazione di eventi) è stato proposto dal Parco Nazionale della Majella, che ne è il leader, ed è stato cofinanziato con fondi INTERREG III C Zona Sud. Altro importante obiettivo è quello di creare una rete di cooperazione fra i partner, la Majella (Abruzzo - Italia), il Comitato Regionale del Turismo dei Midi-Pyrénées (Francia) e il Parco Naturale del Bértiz (Navarra – Spagna), per la diffusione e l'uso delle nuove tecnologie a supporto della gestione sostenibile del turismo.

Il progetto costituisce un buon esempio per altre pubbliche amministrazioni in fatto di adozione di soluzioni open source anche nel settore GIS, qui utilizzate in modo massiccio, e ne dimostra l’applicabilità all'interno di enti medio-piccoli. L’Ente Parco è infatti un’amministrazione con 24 dipendenti e con una sola unità espressamente dedicata ai Sistemi Informativi Territoriali.

Le soluzioni informatiche scelte sono tutte open source. Il server che ospita il Geoporatale, l'applicazione WebGIS ed eroga il servizio WMS (v. 1.1.1, standard OGC), è equipaggiato con sistema operativo GNU/Linux (nella fattispecie Ubuntu), PostgreSQL/PostGIS per lo storage dei dati geografici vettoriali, UMN-Mapserver per la generazione delle mappe e Ka-Map per la loro presentazione all'utente finale.
Questa scelta, oltre che dalla validità e flessibilità di questi prodotti, è stata dettata, da un lato, dalla volontà di andare incontro alla normativa che incoraggia gli Enti pubblici ad adottare soluzioni informatiche aperte (direttiva del 19 Dicembre 2003 - Sviluppo ed utilizzazione dei
programmi informatici da parte delle pubbliche amministrazioni) e, dall'altro, dal perseguimento di obiettivi quali interoperabilità ed accessibilità.

Sul fronte dell'interoperabilità, il servizio WMS esposto consente a terzi (come altre PPAA) di "agganciarsi" ed utilizzare/ridistribuire le informazioni rese pubbliche dal Parco.
La Regione Abruzzo, attualmente, tramite il suo visualizzatore di mappe, può mostrare le informazioni relative al Parco Nazionale della Majella proprio grazie al servizio WMS che, essendo rispettoso di standard aperti, documentati e largamente condivisi risulta accessibile senza l'ausilio di tecnologie proprietarie (che comporterebbero dei costi aggiuntivi).
Restando in tema di interoperabilità, quanto detto sopra vale anche in senso opposto: il Parco Nazionale della Majella può mostrare nella propria applicazione informazioni rese pubbliche ed accessibili da altri soggetti secondo gli stessi standard, e questo in virtù della compatibilità della soluzione informatica adottata, che può ricevere ed utilizzare servizi oltre che erogarli verso l'esterno.

Sul piano dell'accessibilità si è giocata la partita considerando e cercando, per quanto possibile, di prevedere le necessità degli utenti finali.
E' fondamentale offrire uno strumento semplice, tenendo conto del fatto che un potenziale visitatore, interessato a conoscere ciò che il territorio del Parco ha da offrirgli prima di mettersi in viaggio, non è necessariamente dotato della consapevolezza della miriade di tecnologie di cui il web moderno è composto. In questo senso offrire uno strumento che funzioni indipendentemente dal software che l'utente ha installato sulla propria macchina significa rendere il sevizio davvero accessibile.
Tutti i sistemi operativi, nessuno escluso, sono dotati di un browser che è l'unica cosa che serve per poter accedere alle informazioni che il WebGIS di GISST espone (fatti salvi un computer ed una connessione ad internet, naturalmente).

Da qui bisognerebbe ripartire ed entrare in una naturale fase successiva basata sui feedback degli utenti sia per quanto riguarda l'usabilità dell'applicazione, sia per quanto riguarda il suo contenuto:

  • L'interfaccia può essere resa più semplice o più "intrigante"?
  • Le informazioni messe a disposizione sono facilmente reperibili?
  • Se sì, sono quelle che l'utenza che ci siamo posti come "target" si aspetta di trovare?


Nell’ambito del progetto GRISI Abruzzo è stato inoltre realizzato un catalogo di metadati geografici secondo lo standard ISO 19115 e i dettami di INSPIRE, disponibile in consultazione sul portale della Regione Abruzzo (http://grisi.regione.abruzzo.it).

Per saperne di più è possibile consultare il sito del progetto (www.gisst.eu) dove si possono navigare le mappe del Parco, ottenere informazioni riguardo i servizi WMS attivati e scaricare l'opuscolo dedicato al progetto (area download) che contiene anche qualche dettaglio tecnico in più.


Visualizzazioni: 7513

  Lascia il primo commento!
Commenti RSS

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il login o registrati.

Powered by AkoComment Tweaked Special Edition v.1.4.6
AkoComment © Copyright 2004 by Arthur Konze - www.mamboportal.com
All right reserved

 
Precedente   Successivo
Contenuti correlati
Creative Commons License       Informativa Cookies