News Eventi Standard IDT (SDI) Dati e Servizi Software Documenti Community GIS & Lavoro
cheap cigarettes
Menu principale
Forum
Collabora!
News News
Eventi Eventi
Standard Standard
IDT (SDI) IDT (SDI)
Dati & Servizi Dati & Servizi
Software Software
Documenti Documenti
Community Community
GIS e Lavoro GIS e Lavoro
Tag Cloud
OSM fgi freegis freegis-italia gfoss google inspire ogc standard wms
Login





Password dimenticata?
Non hai ancora un account? Registrati
Syndication

feed image
feed image

ottimizzato per Firefox

Ultime dal FORUM

1

2

3

5

Utenti FreeGIS-Italia
2402 registrati
0 oggi
0 questa settimana
220 questo mese
Ultimo: ma.riot
Chi č online
Sono in ... Forum arrow Standard arrow Standard Internazionali
Standard internazionali PDF Stampa E-mail
martedė 07 febbraio 2006
Indice articolo
Standard internazionali
ISO/TC211
CEN/TC287
OGC
INSPIRE
DGIWG
Dublin Core
W3C
In tema di informazioni geografiche sono molti gli organismi che definiscono standard e specifiche tecniche.

Negli ultimi anni, le organizzazioni internazionali di standardizzazione hanno cercato di evitare duplicazioni, attraverso opportuni accordi di collaborazione (liaisons).
ISO (a livello internazionale) e CEN (europeo) pubblicano standard "de jure "; altri organismi, come OGC, definiscono specifiche tecniche di natura più "implementativa", spesso pubblicamente accessibili via web.

Nelle pagine seguenti sono elencati i principali organismi di livello internazionale che si occupano di definire le "regole" comuni per le informazioni geografiche:
  • ISO/TC211
  • CEN/TC287
  • Open Geospatial Consortium
  • INSPIRE
  • DGIWG
  • Dublin Core
  • W3C

 

Gli standard ISO non sono obbligatori; le norme europee emanate da CEN, invece, sono obbligatorie per gli stati membri. L'iter per arrivare alla pubblicazione di uno standard "de jure" è vario e molto lungo.
Il processo parte da una proposta che viene rivolta, nel caso delle informazioni geografiche, al TC211.
La proposta può essere fatta dagli enti affiliati, cioè gli enti di standardizzazioni nazionali, oppure da organizzazioni che abbiano unaliaison formale con ISO (organizzazioni formalmente riconosciute e rappresentate in ISO, come OGC).
L’iter prevede la compartecipazione di una pluralità di persone, appartenenti ad un WG, che “collegialmente” scrivono la prima bozza (Committee Draft) per una discussione interna al TC211.
Se approvata (eventualmente con correzioni) la bozza va avanti e diventa DIS, cioè Draft International Standard (o Draft Technical Specification): in questa fase il documento viene reso “pubblico”, cioè viene inviato agli enti di standardizzazione affiliati a ISO, per ricevere commenti e proposte di modifiche.
La versione successiva, infatti, è quella FDIS (Final Draft International Standard) ovvero una versione non ancora definitiva ma già contenente le osservazioni accettate, e quindi pronta per la pubblicazione come International Standard (IS) a meno di modifiche editoriali.





 
Creative Commons License       Informativa Cookies